Risotto con curcuma, asparagi bianchi e fragole

Risotto con curcuma, asparagi bianchi e fragole

 

Gli asparagi, che deliziosi germogli. Presenti nella nostra spesa per poco più di un mese vanno sfruttati al massimo in ogni occasione.

Per questa ricetta utilizziamo i bianchi, delicati e dolci, si sposano benissimo con l’acidità della fragola.

Mantecheremo il tutto con lo strachicco, lo stracchino tutto vegetale per farne un piatto adatto ai nostri amici vegani e celiaci.

Siete un po’ incerti? Lasciatevi guidare, questo è un piatto per palati fini e curiosi, sono sicura che lo apprezzerete.

Faremo le porzioni abbondanti considerandolo un piatto unico.

 

Ingredienti per 4 persone:

400gr di riso tipo Vialone Nano

1 scalogno

1 peperoncino

1kg di asparagi bianchi

8 fragole

1,5 litri di acqua bollente o brodo vegetale

1 cucchiaio di curcuma

200gr di strachicco o stracchino vegetale

2 cucchiai di olio

Sale grosso qb

 

Procedimento:

Pulite gli asparagi: sciacquateli sotto l’acqua fresca ed eliminate la parte finale troppo legnosa. Tagliateli a rondelle lasciando intatte le punte.

Pulite e affettate finemente lo scalogno, affettate il peperoncino.

Tenete in caldo l’acqua o il brodo vegetale.

In un tegame capiente mettete l’olio, lo scalogno, la curcuma e il peperoncino. Fate rosolare a fuoco medio, salate e mettete gli asparagi escluse le punte. Fate cuocere circa 1 minuto e unite il riso, fatelo tostare bene, salate e aggiungete tanta acqua o brodo da coprire il tutto.

A questo punto fate una scelta: o non li girate mai o lo girate sempre.

In ogni caso state attenti che non si asciughi troppo, ogni 5 minuti circa aggiungete un po’ di liquido.

Passati 15 minuti aggiungete le punte di asparagi.

Dopo 5 minuti controllate la cottura, il riso deve essere morbido ma non scotto. Se vi pare pronto aggiungete le fragole tegliate a fette.

Spegnete il fuoco e mantecate il tutto con lo strachicco tagliato a fette.

Fate riposare qualche minuto, ha cotto tanto, sarà un po’ stanco.

Servite questo riso colore dei girasoli con qualche fetta di fragola e godetevi il calore che inizia a pervadervi il corpo, anche se la primavera si fa attendere

Carbonara finta ai carciofi

Carbonara finta ai carciofi

Tempo di preparazione:5 minuti, Tempo di cottura: 15 minuti

Per cucinare questo piatti di pasta ho deciso di utilizzare la pasta di mais.

Ogni tanto fa bene cambiare e uscire dagli schemi, useremo degli spaghetti che ci stanno benissimo e raccolgono bene tutta questa deliziosa salsa.

Negli ingredienti non ci sono le uova, quindi è un piatto che va bene anche per i nostri amici vegani e per i celiaci, già che ci siamo.

Il giallo viene dato dalla curcuma che è anche un ottimo aiuto nella stagione invernale.

Ma basta parlare, mettiamoci a cucinare

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di spaghetti di mais

4 carciofi interi

1 cucchiaio di curcuma in polvere

2 spicchi di aglio

1 limone non trattato

½  peperoncino

2 cucchiai di olio

2 cucchiai di crema vegetale di riso

Sale e pepe qb

Procedimento:

Mondate i carciofi: tagliateli a metà ed eliminate la cima delle foglie e le foglie più esterne. Scavate bene all’interno per eliminare tutta la parte non edibile che sembra una peluria.

Metteteli a bagno in una ciotola colma di acqua con spremuto dentro il succo di limone, quella che in gergo si chiama acqua acidulata.

Mettete a bollire l’acqua per cuocere la pasta e salatela.

Intanto in una padella anti aderente mettete l’aglio schiacciato e privato della buccia, il peperoncino tagliato a fette, la curcuma e l’olio.

Prendete i carciofi e tagliateli a fette sottili.

Metteteli sulla padella e accendete il fornello a fiamma alta.

Buttate la pasta e cuocetela 10 minuti o quanto indicato. Continuate a fare cuocere la vostra salsina, aggiustate di sale e aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta in modo che non si asciughi troppo.

Appena la pasta è pronta scolatela ma non troppo, aggiungete al sugo la crema di riso, mescolate e buttate dentro la pasta.

Fate saltare a fuoco vivace e terminate con una bella macinata di pepe fresco.

Io la servirei direttamente sulla padella, magari con fette di pane di Altamura leggermente bruscate per fare la scarpetta….