Risotto alla zucca e porcini

Zucca e ancora zucca e porcini, che per i funghi questa è stata un’annata stupenda. E non poteva mancare un classico risotto che è quello che ci vuole nelle giornate autunnali di pioggia. Se avete trovato i porcini freschi meglio per voi ma vi basteranno quelli secchi, vi servirà più che altro il profumo. Ricordatevi di metterli a bagno in acqua per almeno un’ora. Un piatto classico, è vero, ma a noi piace fare le cose a modo nostro quindi useremo un pò di trucchetti…

Ingredienti per 4 persone:

400gr di riso integrale a cottura rapida

400gr di zucca violina

80gr di funghi porcini secchi

1/2 porro

200gr di Cacio di Pienza o pecorino dolce

Acqua bollente qb

2 cucchiai di olio

Sale e pepe qb

Procedimento: Ammollate i funghi in acqua bollente per almeno un’ora.Tagliate a pezzetti la zucca e sciacquate bene i funghi, tagliateli a pezzetti. Lavate bene il porro e tagliatelo rondelle sottili. Mettete l’olio in un bel tegame anti aderente o nel wok, io lo adoro per fare i risotti perchè mantiene il calore a lungo e prende meno spazio. Mettete zucca, porro e funghi nel wok e accendete il fuoco a fiamma media. Fate insaporire bene e salate, cuocete per circa 10 minuti. Togliete dal fuoco e versate il composto su un piatto. Aggiungete poco olio e rimettete il wok sul fornello con il riso, fatelo tostare bene a fiamma alta, salate e coprite con due ramaioli di acqua bollente, aggiungete anche le verdure che avete tenuto da parte e fate riprendere il bollore. A questo punto abbassate la fiamma e non girate mai, dico MAI, il vostro risotto. Vale la regola se lo giri una volta devi farlo sempre. Aguzzate le orecchie e man mano che va avanti la cottura vi chiederà ancora acqua bollente, aggiungetene sempre in modo da coprirlo del tutto. Continuate a cottura per circa 20 minuti. A questo punto assaggiate se manca sale e sentite come è la cottura, di solito ci vogliono altri 10 minuti. Intanto grattugiate il formaggio o fatelo a scaglie con un pela patate. Appena il riso è cotto fatelo asciugare, ma non troppo, e spegnete il fuoco. Mantecate con il Cacio di Pienza, se non lo avete mangiato tutto nell’attesa. Lasciatelo riposare che dopo tutto quel bollire sarà un pò stanco, e servite con un bel bicchiere di Chianti. Che meraviglia l’autunno…

Annunci

Barrette energetiche di castagne

Ebbene si, questa è una rivisitazione del classico castagnaccio fatta a modo mio ma sopratutto pensata per chi si allena o chi è sempre di corsa, chi fa sport invernali all’aperto o semplicemente ha voglia di uno snack sano ma golosissimo per sè e i suoi bambini…o amici.

La base è quella del castagnaccio con la farina di castagne che arricchiremo di frutta secca e cioccolato fondente. Perdonate le dosi generiche ma è veramente difficile fare i conti giusti, l’importante è la consistenza dell’impasto che deve essere quasi liquido, come quello per le crepe o i pan cake insomma!

Ingredienti per una teglia rettangolare di circa 32×24:

farina di castagne circa 300gr

200gr circa di frutta secca mista: noci, nocciole, noci di macadamia, pinoli

2 cucchiai di uva passa

100gr di cioccolato fondente

1 cucchiaio di olio

1 cucchiaio di zucchero di canna

acqua tiepida qb

Procedimento: Mettete tutta la frutta secca su un sacchetto da freezer e sfogate tutte le vostre frustrazioni battendola con un mattarello o con quello che avete per ridurla in piccoli pezzi. Ricordatevi di chiudere il sacchetto sennò dovrete pulire tutta la cucina e addio effetto anti stress! Accendete il forno a 200°. Tagliuzzate il cioccolato fondente e mettete a bagno l’uvetta con un pò di acqua. In una ciotola mettete la farina di castagne, l’olio e lo zucchero. Mescolate e d iniziate ad aggiungere l’acqua sempre mescolando magari con una frusta a mano per evitare che si formino grumi. Aggiungete acqua fino a che il composto sarà liscio e liquido. A questo punto versateci dentro la frutta secca la cioccolata e l’uvetta scolata dall’acqua. Coprite una teglia con carta forno e metteteci il composto. Infornate per 30 minuti. A questo punto la cottura è a posto ma se vi piace un pochino più bruciacchiato sopra cuocete altri 5 minuti. Sfornate e raffreddate per 10 minuti. A questo punto togliete il vostro castagnaccio dalla teglia e tagliatelo a mò di barrette. Potete conservarle in carta stagnola o refrigerarle.  Servitele quando volete e se proprio gira male male con un pò di panna montata o latte di cocco passa tutta la paura!

Pasta di farro con la zucca

Eccoci di nuovo, ci siamo lasciati in estate con un piatto di pasta e ci ritroviamo oggi con un altro grande classico stagionale tutto da gustare. Arricchiremo questo piatto con una salsa di noci velocissima e dei deliziosi broccoli. Un piatto ideale prima di andare ad una bella festa o per un pranzo veloce tra amici. In una versione ancora più gustosa potete provare questo condimento con degli gnocchi di patate!

Ingredienti per 4 persone:

500gr di pasta di farro corta

350gr di zucca violina

200gr di broccoli

200 gr di noci sgusciate

1 porro piccolo

3 cucchiai di olio

sale e pepe qb

Procedimento: Per prima cosa tagliate a pezzetti la zucca. La zucca violina non ha bisogno di essere precotta nel forno ed è molto più facile da sbucciare e tagliare quindi non dovreste avere difficoltà. Lavate e tagliate a listarelle il porro e i broccoli.

Mettete a bollire l’acqua per cuocere la pasta. In una padella anti aderente mettete due cucchiai di olio, il porro con la zucca e i broccoli. Mettete sul fuoco a fiamma alta, salate e fate scaldare bene per qualche minuto. Aggiungete un pò di acqua bollente e continuate la cottura a fiamma medio/bassa per 15 minuti. Intanto buttate la pasta nell’acqua bollente e salata e cuocete per circa 12 minuti o quanto indicato nella confezione.

Nel frattempo mettete in un bricco dosatore le noci con l’olio, sale e pepe. Bagnate con tre cucchiai di acqua di cottura della pasta e frullate fino ad avere una bella crema corposa. Aggiungetela al condimento con la zucca. Appena la pasta è al dente scolatela e mettetela direttamente nella padella. Fate saltare mantecando con un pò di acqua di cottura e spolverate sopra una generosa macinata di pepe.

Il vostro piatto di pasta è pronto, non vi resta che mangiarlo subito!

 

Tortiglioni con feta e melone

Avete presente una di quelle giornate estive caldissime in cui non avete nemmeno voglia di mettere il naso fuori di casa? e poi arriva un amico e vi trascina ad un pic nic sul lago, così per stare insieme e passare la giornata. Lui porta il vino e a voi tocca il piatto forte.

E’ così che mi è venuto in mente questo piatto di tortiglioni, freschissimo e delicato con un sapore che vi lascerà di stucco. Useremo tutti profumi e sapori tipici dell’estate: il melone, il cetriolo, il limone e la feta. Questi sono gli ingredienti che vi servono, a parte la pasta. E questo sarà il piatto che vi farà venire voglia di muovervi di casa nonostante il caldo!

Ingredienti per 2 persone:

300gr diTortiglioni di mais Rummo

1/2 melone retato

2 cetrioli piccoli o 1 grande

150gr di feta

la scorza di mezzo limone

3 cucchiai di olio

sale e pepe qb

Procedimento: Mettete a bollire l’acqua per cuocere la pasta. Appena bolle salate e buttate la pasta. Fate cuocere 12 minuti, se usate un’altra marca controllate i tempi di cottura. Intanto pulite e mondate il melone e i cetrioli. Tagliate il melone in piccoli pezzetti e i cetrioli in fette sottili. Mettete tutto su un contenitore bello capiente e condite con 2 cucchiai di olio, sale e pepe. Sbriciolate sopra la feta e grattugiate metà della scorza  di limone. Appena la pasta è cotta scolatela e sciacquatela velocemente sotto l’acqua per raffreddarla un pò. Scolate bene e unite al condimento. Date una bella mescolata in modo che tutti i sapori si amalgamino e aggiungete una bella macinata di pepe, la scorza di limone e l’olio avanzato. Mescolate magari usando le mani, sono il vostro migliore attrezzo, ricordatelo! Chiudete il vostro contenitore, mettete su una borsa frigo con due forchette e siete pronti per il vostro pic nic.

Naturalmente è una grandiosa idea per una cena in piedi o un aperitivo “aggravato”, si prepara in anticipo e stupirà sicuramente i vostri ospiti. Ma è anche un’ottima idea per il vostro pranzo in ufficio…se ne avanza!

 

Pasta estiva senza glutine

Ecco, un altro piatto di pasta che adoro, semplice e velocissimo, si prepara il condimento mentre la pasta cuoce ed è una delizia. Io ho utilizzato la pasta di grano saraceno totalmente gluten free che è superba in questa preparazione. Se non avete problemi con il glutine vi raccomando una pasta integrale di grano duro, sempre nel formato tipo tortiglioni. Potete arricchirla e farne un piatto unico aggiungendo un pò di formaggio feta sbriciolato sopra e magari una spolverata di origano.

Ingredienti per 4 persone:

500gr di pasta di grano saraceno

500gr di pomodorini ciliegia o datterini

4 cucchiai di olive verdi denocciolate

1/2 cipolla di tropea freschissima

4 cucchiai di olio

sale e pepe qb

Procedimento:

mettete a bollire l’acqua per cucoere la pasta, appena bolle salate e cuocete per circa 10 minuti o quanto indicato sulla confezione. Mentre cuoce la pasta lavate i pomodorini e tagliateli a metà, metteteli su una terrina con le olive. Affettate finemente la cipolla e unitela al resto. Condite con due cucchiai di olio, sale e pepe. Scolate la pasta e mettetela sulla terrina, condite con olio e spolverate con una bella macinata di pepe. Il calore della pasta farà sprigionare l’aroma della cipolla e delle olive e i pomodori perderanno un pò del loro succo… Non vi resta che mangiare questo piatto prima che lo finiscano gli altri!

Tempeh alla Mediterranea

Capperi, olive e origano. Questa è estate, questi sono i sapori della dieta mediterranea, magari uniti a dei pomodori secchi essiccati al sole nella bella Sardegna e il Tempeh perde tutta la sua origine orientale. Un piatto unico da accompagnare con dei pomodori al forno, come nella foto, o a del fresco riso aromatizzato al limone.

Unica accortezza: il tempeh è di per sè insapore quindi lo faremo marinare un pochetto, più ci sta meglio è. Io lo metto a marinare la mattina se poi lo cucinerò la sera. Ma se non avete tempo basterà una mezz’oretta. In ogni caso sarà un successo!

Ingredienti per 4 persone:

500gr di tempeh

2 cucchiai di capperi

4 cucchiai di olive verdi denocciolate

2 spicchi di aglio

2 pomodori secchi

6 pomodori tipo piccadilly

1 cucchiaio di origano

3 cucchiai di olio

1 peperoncino fresco

sale e pepe qb

Procedimento:

Tagliate il tempeh a pezzi e mettetelo in un sacchetto da freezer. Condite con 2 cucchiai olio, gli spicchi di aglio sbucciati, metà del peperoncino privato dei semi, i capperi, le olive e metà dell’origano. Chiudete il sacchetto e lasciate marinare in frigo per almeno mezz’ora. Intanto lavate i pomodori e tagliateli a pezzetti, tagliate a striscioline i pomodori secchi. Se questi ultimi sono sotto sale ricordatevi prima di metterli a bagno e sciacquarli per togliere tutta la sapidità! In una padella anti aderente mettete il resto del peperoncino con i semi, l’olio, tutto il tempeh e i pomodori secchi e freschi. Accendete il fuoco a fiamma alta e aggiungete l’origano rimasto. Fate saltare allegramente per qualche minuto, fino a che tutto non sfrigola per bene. Abbassate la fiamma, salate e cuocete per circa 10 minuti aggiungendo un pochino di acqua bollente se serve.

Assaggiate il tempeh, deve essere morbido e saporito. Alzate la fiamma per far asciugare tutta l’acqua e controllate di sale.Spegnete il fuoco, date una bella spolverata di pepe macinato al momento e servite. In queste giornate calde di estate io adoro mangiarlo tiepido, delizioso!

 

 

Fichi e Feta

I fichi: dolcissimi e polposi, bianchi i neri, ognuno ha i suoi preferiti. Io ho trovato questi a casa di un amico, così grossi e succosi sono difficili da trovare sopratutto nella mia zona. Appena arrivata a casa non ho potuto fare a meno di comporre questo delizioso aperitivo, semplice e velocissimo, una alternativa fresca e leggera ai soliti salatini. Perfetto!

Ingredienti per 4 persone:

4 fichi grandi bianchi oppure 8 piccoli

1 fetta di feta fresca di circa 150gr

2 cucchiai di olio

pepe in abbondanza

Procedimento:

Lavate delicatamente i fichi e tagliateli a metà. Disponeteli su un piatto o un tagliere e sbriciolateci sopra un pò di feta. Condite con olio e una generosa macinata di pepe nero.

Non vi resta che preparare una bella bevanda fresca e avete finito. Facile no?