Verdure e fagioli al forno

Poco tempo, mille cose da fare, la sera non fa ancora caldissimo e quindi si può accendere il forno. Il modo migliore di cucinare senza perdere tanto tempo e intanto si può fare tutto il resto: giocare con i bimbi, stirare o riassettare la casa o magari leggere semplicemente qualche pagina del libro che avete appena iniziato. Quindi tutte le verdure che troviamo in questa fantastica stagione possiamo metterle nel forno con un pò di aromi. E dato che nelle scorse settimane abbiamo imparato come cucinare i legumi renderemo questa delizia un piatto completo.

Ingredienti per 4 persone:

6 patate novelle

2 carote

6 pomodori tipo Piccadilly

2 zucchine

2 spicchi di aglio

1 rametto di rosmarino

500gr di fagioli borlotti già cotti

2 cucchiai di olio

sale grosso qb

Procedimento:

Accendete il forno a 220°. Per prima cosa lavate accuratamente tutte le verdure e tagliatele a pezzetti e mettetele su una teglia ricoperta di carta forno insieme agli spicchi di aglio e al rametto di rosmarino. Irrorate con l’olio, date una bella mescolata con le mani e infornate. Fate cuocere per circa 40 minuti dando una mescolata ogni tanto. A questo punto fate un pò di posto nella teglia e mettete al centro i fagioli. Rimettete in forno e cuocete per altri 15 minuti. Salate con il sale grosso e spegnete il forno. Lasciatele in forno con la porta aperta per qualche minuto e poi servite.

Magari direttamente sulla teglia, con delle belle fette di pane leggermente bruscato. Ideale per una serata informale e in compagnia!

Annunci

Uova e Piselli

Rivisitiamo un classico della nostra cucina in versione più moderna e saporita. La primavera è il periodo di tutti i germogli e fave e piselli si trovano freschi un pò ovunque. La fatica di sgranarli vale tutta, il sapore dei piselli freschi non ha eguali e qua li serviremo in due modi. Come una crema e come contorno, naturalmente tutto accompagnato dalle nostre amate uova in camicia. La ricetta è per due persone, io calcolo sempre due uova ciascuno.

Ingredienti per due persone:

4 uova bio freschissime

400gr di piselli freschi sgranati

2 spicchi di aglio

1 peperoncino

2 pomodori Piccadilly

2 cucchiai di olio

4 fette di pane casereccio tipo Altamura

sale e pepe qb

Procedimento: Sciacquate bene i piselli, sbucciate e schiacciate l’aglio, tagliate a fette i pomodori e il peperoncino. In un tegame basso mettete l’olio con aglio, pomodori peperoncino e piselli e accendete il fuoco a fiamma media. Aspettate che prenda per bene calore, aggiungete un pò di sale grosso, date una mescolata e aggiungete anche un bicchiere di acqua bollente. Coprite con un coperchio e fate cuocere 20 minuti.

Intanto tostate le fette di pane in modo che sia bello croccante. A questo punto controllate la cottura dei piselli e sentite se è giusto di sale. Appena i piselli sono cotti mettete la metà su un bricco e frullate a caldo con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una bella crema. Tenete tutto in caldo.

Mettete a bollire l’acqua per fare cuocere le uova, se non lo avete ancora fatto studiate bene i miei consigli per un ottimo uovo in camicia! Mettete il fuoco al minimo e adagiate le uova, fate cuocere 3 minuti. Spalmate su ogni fetta di pane un pò di crema di piselli e adagiatevi sopra un uovo. Spolverate con una macinata di pepe e terminate il piatto con una bella cucchiaiata di piselli. Un piatto unico delizioso e veloce, ideale dopo una giornata faticosa e quando si vuole gustare tutto il sapore della primavera!

Ricette per Pasqua

Avrei quasi voluto chiamare questo articolo “ricette per sopravvivere alla Pasqua” che per noi vegetariani le feste sono sempre difficili. Se a pasqua la scampiamo parliamo della grigliata di Pasquetta…

Comunque qualunque sia la vostra religione o il motivo per cui festeggiate la Pasqua o Pesach, che vi nutriate di matsot e cibi non lievitati o di focacce come se non ci fosse un domani queste sono idee che vanno bene per tutti. Sopratutto per l’aperitivo o la gita fuori porta nel week end di festa.

Tante idee carine che potrete elaborare e arricchire a modo vostro.

Questo è quello che io ho fatto per la mia Pesach.

E allora non resta che festeggiare!

Cosa vi serve e come fare per 4 persone:

Per le cruditè di verdure:

Verdure miste: ravanelli, finocchi, sedano, carote lavati e tagliati grossolanamente e accomodati su un bel barattolo in attesa di una buona salsina di accompagnamento

Salsa con foglie di ravanello, lime e anacardi

150gr di foglie di ravanello

40gr di anacardi

80cc di olio extra vergine

Il succo di ½ lime

1 peperoncino

Sale qb

Lavate bene le foglie di ravanello e asciugatele, mettete in un bicchiere dosatore tutti gli ingredienti e frullate con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema omogenea. Mettete in un barattolo, coprite con poco olio e conservate in frigo fino al momento di servire.

Bufala a panino:

8 mozzarelline di Bufala

4 pomodori secchi

1 foglia di lattuga

150gr di olive nere tipo cacerena

2 cucchiai di olio

pepe in abbondanza

Tirate fuori dal frigo le mozzarelle, scolatele dall’acqua e tagliatele a metà. Frullate insieme le olive con l’olio fino ad avere una bella cremina. Spalmate la crema di olive su ciascuna mozzarella, mettete un pezzetto di lattuga, mezzo pomodoro secco e chiudete il vostro panino con uno spiedino. Macinate sopra una generosa porzione di pepe e dagiae su un piatto.

Spiedini di fragole:

8 spiedini di legno

8 fragole grandi

8 ciliegine di bufala

Crema di Aceto balsamico di Modena

Infilate su ciascun spiedino una fragola intera seguita da una mozzarella di bufala. Fate così per tutti gli spiedini. Poggiateli su un piatto e irrorateli con la crema di aceto Balsamico, saranno finiti prima che li mettiate in tavola in modo coreografico!

Ovetti di quaglia ripieni:

16 Uova di quaglia

4 cucchiai di capperi sottaceto

1 cucchiaio di moutarde di dijone

2 cucchiai di olio

Qualche pomodoro piccadilly

Fate bollire le uova di quaglia per tre minuti. Raffreddatele bene sotto l’acqua corrente sennò sarà impossibile sbucciarle.

Sbucciatele e passatele sotto l’acqua per eliminare i residui di guscio. Tagliatele a metà e con le mani togliete il tuorlo e mettetelo su una ciotola. Unite tutti gli altri ingredienti e frullate per bene. Riempite i vostri ovetti di salsa e servite su un bel letto di insalatina guarnendo con un piccolo pomodorino

 

 

Uova in camicia con focaccine di grano saraceno e cime di rapa

Uova, uova e ancora uova. Ci sono periodi dell’anno che ho voglia di mangiarle sempre, dalla colazione alla cena. E in camicia…sono le mie preferite! le accompagneremo con delle focaccine di grano saraceno facili e deliziose e le serviremo su un letto di cime di rapa ricche di peperoncino. Non ci servono altre scuse per mangiarle!

Ingredienti per 2 persone e sei focaccine:

Per le focaccine: 250gr di farina di grano saraceno

1+1 cucchiaio di olio

125cc di acqua tiepida

un pizzico di sale

Per le uova:

450gr di cime di rapa

1 peperoncino

2 cucchiai di olio

1 spicchio di aglio

4 uova bio freschissime

sale e pepe qb

Procedimento:

Accendete il forno a 200°. In una ciotola mettete la farina con il sale e un cucchiaio di olio, mescolate con una forchetta. Aggiungete l’acqua  e amalgamate dapprima con la forchetta e poi con le mani,se la pasta è troppo dura aggiungete un pò di acqua, se è troppo appiccicosa un pò di farina. La consistenza dell’impasto dipende anche dal tempo che c’è fuori di casa…coprite una teglia con carta forno e metteteci l’olio rimasto. Formate un cilindro con l’impasto e prelevatene  1/6. Formate dapprima una palla e poi schiacciate per formare una focaccina. Fate così fino a finire tutto l’impasto. Adagiate le focacce sulla carta forno e infornate. Fate cuocere per 20 minuti. Quando sono pronte avvolgetele su carta stagnola in modo che si mantengano calde e morbide.

Intanto lavate bene le cime di rapa e tagliatele a pezzetti. Utilizzate tutto, anche la parte finale. In un tegame basso anti aderente mettete l’olio con l’aglio schiacciato e il peperoncino tagliato a fette. Mettete sul fuoco e aggiungete le cime di rapa, coprite a filo di acqua bollente e salate. Fate cuocere a tegame coperto per 20 minuti. Poi scoprite e fate asciugare l’acqua in eccesso.

Siamo pronti a fare le uova in camicia. non vi preoccupate, è semplicissimo!

Riempite di acqua bollente un tegamino  di acciaio e mettetelo sul fuoco a fiamma media. Appena l’acqua riprende il bollore abbassate totalmente la fiamma, l’acqua deve appena sobbollire. Fate dei cerchi con un cucchiaio e rompete un uovo su una ciotola. Adagiatelo sull’acqua e fate lo stesso con un altro uovo. cuocete per 3,30 minuti e tirate su con una schiumarola. Adagiate le uova sulle cime di rapa e fate la stessa cosa con le altre due.

Tagliate le uova la centro del tuorlo e lasciate che questa gialla e densa cascata inondi le verdure. Salate con del sale grosso e gustate il tutto con le vostre deliziose focaccine. Vietato usare la forchetta, qui si usano le mani!

 

 

 

 

 

La verza coi fagioli

Questo è un piatto della mia infanzia, un piatto che trovavo quasi sempre dai miei nonni in Toscana nel periodo invernale, insieme alla zuppa e al pane toscano senza sale.
E’ un piatto semplice, della cucina povera ma ricco di proteine e di sapore e assolutamente leggero e digeribile. Il trucco sta tutto nel cucinare le verze. Potete accompagnarlo con dei bei crostini di pane o renderlo ancora più ricco con del tempeh o delle salsiccette vegane.
ingredienti per 4 persone:
1 verza da circa 600gr
400gr di fagioli borlotti già cotti
250cc di passata di pomodoro
1 peperoncino intero
2 spicchi di aglio
2 cucchiai di olio
sale e pepe qb
Procedimento:
Per prima cosa pulite la verza e tagliatela in fette sottili, utilizzate anche la parte centrale, anche se è più dura è molto saporita. Preparate un tegame ampio con dell’acqua bollente e immergetevi la verza, fatela cuocere per circa 10 minuti, dovete sbollentarla. Questo procedimento la renderà molto più digeribile e ne ammorbidisce il gusto. Appena è pronta scolatela. In un tegame basso mettete il peperoncino tagliato a fette, l’aglio sbucciato e schiacciato insieme all’olio. Accendete il fuoco a fiamma media e appena prende il calore mettete la verza, fate insaporire, salate, aggiungete la salsa di pomodoro e fate cuocere 5 minuti. A questo punto aggiungete i fagioli e fate cuocere per circa 20 minuti a fuoco medio-basso. Aggiustate di sale e sentite come va la cottura: i fagioli devono quasi sciogliersi e la verza deve essere morbidissima. Se è tutto a posto non vi resta che impiattare e mangiare subito, quando è ancora tutto molto caldo e pieno di aroma.
Questo è un piatto contadino che quindi dà il suo meglio se cucinato in anticipo e poi riscaldato, proprio come si faceva un tempo…che nostalgia.

Radicchio e fagioli con tempeh

Un classico della cucina qua arricchito dal tempeh così da diventare un super concentrato di proteine. Il tempeh non è altro che il tofu fermentato ed ha una consistenza ottimale per la preparazione di burger e ragù vegetali. Così questo piatto diventa ideale dopo una giornata passata all’aperto a fare sport o semplicemente a camminare per le vie del centro. Facile e veloce as usual!

Ingredienti per 4 persone:

300gr di fagioli borlotti già cotti

300gr.di tempeh

200cc di passata di pomodoro

Aromi misti: salvia,rosmarino e alloro

400gr di Radicchio di Treviso tardivo

2 cucchiai di olio

1 peperoncino

Sale e pepe qb

Procedimento: in un tegame basso antiaderente mettete l’olio con gli aromi spezzettati insieme al peperoncino tagliato a fettine. Accendete il fuoco a fiamma  bassa e fate prendere il calore agli aromi in modo che liberino gli oli essenziali. Aggiungete i fagioli e il pomodoro e fate rosolare per cinque minuti. Tagliate il tempeh a pezzetti e aggiungetelo sul tegame insieme a un po’ di acqua bollente. Fate cuocere per circa 15 minuti a fiamma bassa. Intanto lavate e affettate il radicchio. Controllate di sale e aggiungete il radicchio a tuttote il resto. Cuocete altri 5 minuti e servite ben caldo magari con delle fette di polenta abbrustolita o del pane casereccio bruscato. Che altro vi serve?

Teglia di verdure invernali

A volte abbiamo la sensazione che in inverno ci siano poche verdure e tendiamo a fare sempre le stesse cose. Basta fare un giro al mercato per cogliere tutti i tuberi che la stagione ci offre: carote dai diversi colori, patate dolci, a pasta gialla o rossa o bianca, e perchè no anche le rape.E così che viene fuori una teglia di verdure piccanti ricca di sapore. Io ho preso tutto in un farmer market a Lubiana ma ce ne sono tanti in ogni città in cui potete trovare prodotti genuini, a Km0 e sopratutto ricchi di sapore!

Ingredienti per 4 persone:

2 patate a pasta gialla grandi

1 patata dolce rossa grande

4-5 carote di diversi colori

1 patata americana

1 piccola rapa bianca

3 cucchiai di olio

1 cucchiaio di paprica piccante

1 cucchiaio di paprica dolce

2 spicchi di aglio

sale grosso qb

Procedimento:

per prima cosa accendere il forno a 220°. Sciacquate bene le verdure e sbucciate la patata dolce rossa, la patata americana e la rapa. Lasciate carote e patate normali con la buccia, sono più buone e saporite. Tagliate tutte le verdure grossolanamente e mettetele in una teglia da forno con gli spicchi di aglio leggermente schiacciati. Cospargete questa meraviglia di paprica dolce  e piccante e irrorate con l’olio. Date una bella mescolata con le mani e infornate. Cuocete per circa 25 minuti, rigirate le verdure e continuate la cottura fino a che le verdure saranno croccanti, ci vorranno altri 15 minuti almeno. Quando le verdure sono croccanti fuori e morbide dentro cospargetele di sale grosso e attaccate il grill del forno per 5 minuti.

Sfornate e servite, sono ottime come contorno a burger di lenticchie o a spezzatino di seitan o anche mangiate così direttamente dalla teglia magari insieme a un pò di fagioli al pomodoro, un accostamento impagabile!