Risotto alla curcuma con zucca e latte di cocco

Cosa c’è di meglio di un risotto per risollevarci il morale in una giornata di pioggia? Forse un risotto accompagnato da un bel bicchiere di vino e nulla vi impedisce di cucinare fischiettando e bevendo un buon calice. Questo risotto è un tripudio di sapori e colori, accostamenti inattesi e soprattutto spezie e latte di cocco che io adoro in ogni forma e utilizzo. L’unico accorgimento che dovete avere è mettere a bagno una manciata di funghi porcini in acqua tiepida almeno una mezz’ora prima di cucinare il risotto. Per il resto serve solo pazienza e attesa, dolcissima attesa.
Ingredienti per 4 persone:
15gr di porcini secchi
250 di zucca
½ porro
400gr di riso tipo vialone nano
1,5L di brodo vegetale
1 cucchiaio di curcuma
1 cucchiaio di curry giallo
100ml di latte di cocco
2 cucchiai di olio
Sale e pepe qb
Procedimento:
Mettete a bagno i funghi in acqua tiepida e lasciateli per almeno mezz’ora. Intanto mondate e lavate la zucca e il porro. Tagliate la zucca a tocchetti e il porro in fette sottili. Scolate i funghi, sciacquateli e tagliateli a listarelle. Scaldate il brodo e lasciatelo sobollire a fuoco basso. In un tegame basso mettete l’olio con curcuma e curry e il porro, accendete il fuoco a fiamma media e fate rosolare per un minuto. Aggiungete la zucca, i funghi e qualche cucchiaio di brodo, salate e fate cuocere per 5 minuti, aggiungete il riso e fatelo tostare per bene. Appena sarà traslucido coprite tutto con il brodo caldo e lasciate cuocere per 10 minuti a fuoco basso. Aggiungete brodo quando serve, appena vedete che si sta asciugando e continuate la cottura per altri 15 minuti, fino a che il riso sarà morbido. Se serve brodo aggiungetelo sempre. Ricordate che se mescolate una volta dovrete farlo sempre se invece lo lasciate in pace il riso cuocerà comunque e basterà dargli una bella mescolata alla fine. Appena il riso vi sembra cotto aggiungete il latte di cocco, alzate la fiamma e mescolate per bene. Spegnete il fuoco e fate riposare per almeno 5 minuti.
Servite su piatti caldi una generosa porzione di riso spolverato con del pepe nero appena macinato.
E ora una forchettata di riso e un bicchiere di vino e sarete in paradiso!

Zuppa Thai con spaghetti di riso

In queste giornate uggiose, piene di pioggia e umidità abbiamo solo voglia di starcene sul divano con una coperta a leggere un libro e ascoltare della buona musica e magari perderci in chiacchiere. Ma non sempre è possibile e magari abbiamo passato la giornata a correre di qua e di là. E allora quando arriva sera non c’è nulla di meglio di una bella zuppa confortante ma anche veloce da preparare e soprattutto ricca di sapore e di spezie.

Ricetta per 2 persone

Ingredienti:

1 carota grande

1 porro

½ radice di lemon grass

½ peperoncino

1 radice di zenzero fresca di circa 3 cm

1 cucchiaio di olio

2 cucchiai di salsa di soia

150gr di spaghetti di riso

Acqua bollente qb

Procedimento:

Per prima cosa reidratiamo gli spaghetti di riso, metteteli a bagno in acqua bollente e lasciateli lì per almeno 10 minuti. Intanto pulite le verdure e tagliatele a fette in diagonale, a mò di mezze penne. Tagliate  a metà la radice di lemon grass e affettate il peperoncino. In un wok mettete l’olio e grattugiateci lo zenzero, aggiungete il peperoncino, il lemon grass e le verdure. Accendete il fuoco a fiamma alta e fate cuocere per 2 minuti. Coprite con acqua bollente e abbassate la fiamma. Cuocete per circa 8 minuti, fino a che le verdure saranno tenere ma non troppo.  Scolate gli spaghetti e sciacquateli con acqua fredda. Aggiungete la salsa di soia alle verdure. Spegnete il fuoco e preparate una ciotola per ciascuno con sul fondo una manciata di spaghetti di riso ricoperti dal brodo bollente ricco di verdure. Assaporate questo puro comfort food con tranquillità e lasciandovi alle spalle la giornata appena trascorsa. Cosa volete di meglio?

Crema di zucca e patate dolci

 

 

Visto che il 31 ottobre si avvicina, visto che è ormai periodo di zucca, visto che è così bello mangiare le creme e le zuppe in questo periodo ecco qua il mio Trick or Treat.  E già, mica mi sono scordata di Halloween, anzi. Ho preparato per voi una crema con un bello scherzetto dentro, venite a scoprire cosa ci ho messo!

Ingredienti per 4 persone:

400gr di zucca

3 patate dolci piccole o una grande

1 cipollotto

1 radice di zenzero di 4cm circa

2 cucchiai di olio

Sale e pepe qb

Procedimento:

La parte più difficile di tutta la ricetta è pelare la zucca. Ci vogliono braccia forti, un buon coltello e tanta pazienza: insomma cercate di spellare la zucca senza tranciarvi un dito.

Il mio consiglio è di dividerla prima come potete e poi cercare di levare la buccia. Fatelo con calma e riversando su questo lavoro tutte le vostre frustrazioni. Una volta fatto questo bel lavoro lavate la zucca e tagliatela a tocchetti.

Preparate circa 1,5l di acqua bollente

Lavate e sbucciate le patate, tagliatele in pezzi. Sbucciate e tritate il cipollotto. Pelate e grattugiate lo zenzero. In una pentola capiente mettete l’olio, la cipolla e lo zenzero.

Accendete il fuoco a fiamma alta e fate soffriggere per un minuto, salate e aggiungete la zucca e le patate e ricoprite il tutto con l’acqua bollente.

Portate ad ebollizione, salate e fate cuocere a fiamma bassa per circa 20 minuti.Il tempo di cottura varia a seconda di come avete tagliato le verdure.

Appena le patate e la zucca saranno morbide aggiustate di sale e controllate che la zuppa sia cremosa e non liquida.

In caso contrario aumentate la fiamma e fate cuocere così in modo che si asciughi un po’. Togliete dal fuoco e prendete un frullatore ad immersione. Frullate la vostra zuppa fino ad ottenere un composto cremoso.

Trasferite la crema fumante in ciotole individuali o anche in tazze da cappuccino. Guarnite con qualche filetto di zenzero e una bella spolverata di pepe nero appena macinato.

Non c’è nulla di meglio che mandare i bambini in giro e voi seduti sul divano con questa delizia e un bicchiere di vino rosso. Non avete bambini? Nemmeno io, però ho il vino!

Crema di Patate e Porcini

Un tipico ingrediente dell’autunno con un forte profumo di bosco, di passeggiate all’aperto con l’odore della pioggia e l’aria che ormai è frizzante. Re incontrastato di questo periodo è il fungo in tutte le sue forme e qui noi useremo il più nobile di tutti: il porcino. serviremo questa crema deliziosa in un piccolo panino integrale in modo da farne un piatto unico nutriente e confortante, da condividere nelle fredde giornate autunnali. si cucina in poco tempo, importante sarà mettere a bagno i porcini secchi in tempo e il gioco è fatto.
Ingredienti per 4 persone:
1Kg di patate a pasta gialla
1 cipollotto
1spicchio di aglio
50gr di funghi porcini secchi
1 rametto di erba cipollina
2 cucchiai di olio
Sale qb
Acqua qb
150gr di formaggio di capra morbido o meglio con foglie di noce
4 panini da usare come contenitori tipo pane casereccio integrale
Procedimento:
Mettete a bagno i funghi in acqua tiepida per almeno un’ora o quanto indicato.
Intanto sbucciate le patate e tagliatele a pezzetti piccoli, mettetele in acqua così non si ossidano.
Sbucciate e tritate aglio e cipollotto.
Lavate e tritate l’erba cipollina. Grattugiate il formaggio morbido in modo da ricavare dei vermicelli.
Aprite i panini togliendo solo la parte superiore, il cappellino. Eliminate la mollica in eccesso e fate spazio per la zuppa. Sciacquate i funghi e tagliateli a listarelle. Su una pentola da zuppa, preferibilmente di acciaio, mettete l’olio con aglio e cipollotto.
Fate rosolare a fuoco medio per pochi minuti,salate e state attenti che l’aglio non si bruci. Unite ½ bicchiere di acqua. Aggiungete i funghi e fate rosolare, poi unite le patate.
Mescolate per bene e coprite tutto con acqua bollente, ci vorranno circa 1,5 litri: le patate devono essere coperte proprio al limite: in questo modo la crema sarà densa al punto giusto.
Fate cuocere a fuoco lento per circa 15 minuti e assaggiate di sale,sicuramente ne mancherà un po’ quindi aggiungetelo.
Rimettete la zuppa sul fuoco e controllate la consistenza: non deve essere troppo brodosa.
Spegnete il fuoco e prendete il frullatore a immersione e frullate la vostra zuppa.
Dovete ottenere un crema liscia e densa.
Se non la consumate subito, ma la preparate in anticipo, ricordatevi di frullarla dopo averla scaldata altrimenti è facile che si attacchi al fondo della pentola o si bruci mentre la scaldate.
Adagiate ciascun panino su un piatto fondo, se avete delle terrine di terracotta ancora meglio.
Mettete un po’ di vermicelli di formaggio sul fondo del panino e versateci sopra un mestolo di crema o quanta ce ne sta, non esagerate sennò il panino si romperà. Guarnite con l’erba cipollina e chiudete il panino con il suo cappellino. Portate subito in tavola.
Se non siete riusciti a trovare i panini prendete una focaccia casereccia, tipo pane di Altamura o pane pugliese.
Tagliate la crosta in pezzi e mettetela sul fondo delle terrine o delle ciotole, l’effetto non sarà così coreografico ma il sapore sarà ottimo lo stesso.
se non amate particolarmente l’erba cipollina potete fare questa crema con il rosmarino, con i funghi ci sta benissimo ed è molto più facile trovarlo fresco!

Pasta di farro con crema di piselli e asparagi e carpaccio di fragole

 

Utilizziamo questi due ingredienti in un momento in cui si trovano entrambi freschissimi accompagnando il tutto con l’acidità delle fragole.

Sarà un piatto di pasta molto confortante, da condividere e mangiare appena fatto, in quelle giornate in cui il caldo fa fatica a d arrivare.

 

Ingredienti per 4 persone

500gr di mezze penne di farro

300gr di piselli freschi

500gr di asparagi verdi

1 cipollotto fresco

1 peperoncino fresco

2 cucchiai di olio

Sale e pepe qb

300 gr di fragole

 

Procedimento:

Mondate e levate asparagi e piselli. Tagliate gli asparagi a rondelle, affettate il peperoncino e il cipollotto.

In una padella anti aderente mettete l’olio con il peperoncino, il cipollotto e asparagi e piselli.

Mettete sul fuoco a fiamma alta, fate cuocere qualche minuto e poi abbassate la fiamma, salate e aggiungete acqua calda fino a coprire tutto. Mettete la fiamma bassa e fate cuocere per circa 8 minuti.

Intanto pulite le fragole e tagliatele a fette sottilissime.

Controllate le verdure, devono essere morbide.

Mettete l’acqua per cuocere la pasta, appena bolle salatela e buttate la pasta. Fate cuocere per 10 minuti o quanto indicato nella confezione. Appena sono pronte trasferite tutto su un bricco e frullate con il frullatore ad immersione, se vi sembra che la crema sia troppo densa aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta.

Scolate la pasta al dente, trasferite la crema sulla padella e metteteci la pasta.

Rimettete sul fuoco e fate saltare per qualche minuto.

Terminate il piatto adagiandovi sopra le fragole tagliate a fette e una bella spolverata di pepe.

Fidatevi, la fragola fa la differenza in questo piatto…

Spaghettata aglio e olio aggravata gluten free

Spaghettata aglio e olio aggravata gluten free

Quando si parla di fare una spaghettata veloce tra amici la cosa migliore è un classico intramontabile: gli spaghetti aglio e olio.

Ma noi siamo persone dai palati fini a abbiamo bisogno di qualcosa in più che stimoli le nostre papille gustative e i nostri sensi.

E allora questo classico lo faremo aggravato, cioè ricco di sapori e profumi da unire al classico aglio e peperoncino.

Zenzero, pomodorini e una marea di peperoncino fresco, che altro volere?

 

Ingredienti per 4 persone:

 

500gr di spaghetti di mais

350gr di pomodorini tipo piccadilly

1 peperoncino fresco intero

1 radice di zenzero di circa 4 cm

2 gambi di prezzemolo

4+1 cucchiai di olio e.v.o.

Sale qb

 

Procedimento:

Mettete a bollire l’acqua per cuocere la pasta.

Intanto lavate i pomodorini e tagliateli a metà.

Affettate il peperoncino e sbucciate a grattugiate lo zenzero.

In una padella grande anti aderente mettete i 4 cucchiai di olio, lo zenzero, il peperoncino e i gambo di prezzemolo.

Accendete il fuoco a fiamma alta e con un mestolo di legno mescolate con cura.

Appena tutto inizia a sfrigolare togliete i gambi di prezzemolo e aggiungete i pomodorini, fateli cuocere fino a che quasi si caramellano, ci vorranno circa 5-6 minuti. Per fare questo dovete lavorare sempre con la fiamma molto alta.

Intanto potete mettere a cuocere la pasta.

Aggiungete un pò di acqua di cottura della pasta al vostro sughino perché non si asciughi troppo.

Aggiustate di sale.

Appena gli spaghetti sono pronti scolateli e metteteli nella padella con il sugo. Fate saltare allegramente fino a che saranno ben amalgamati e leggermente colorati.

Spegnete il fuoco e mantecate con un cucchiaio di olio.

Il vostro aglio e olio è pronto, aggravato dal sapore forte dello zenzero e dall’acidità dei pomodorini.

Dato che sarà ultra piccante preparate delle birre fresche e delle fette di pane bruscato.

In questo modo potrete dare sollievo ai vostri ospiti.

Io vi consiglio di mangiarlo direttamente dalla padella, seduti per terra con la musica alta, quale modo migliore?

 

 

 

Quinoa con verdure del passaggio

 

 

La quinoa è un cereale con un alto contenuto di proteine, ferro, e vitamine.

Ideale per chi segue una dieta vegetariana, per chi è intollerante al glutine o chi semplicemente vuole mangiare un primo piatto un po’ diverso, gustoso e divertente.

In questo caso è con verdure del passaggio, cioè con verdure stagionali che si trovano passando dall’inverno alla primavera.

Magari si trovano ancora i broccoli ma è già tempo di asparagi e spinaci.

Insomma metteteci dentro quello che trovate secondo le vostre preferenze.

Ingredienti che non possono mancare sono lo zenzero e il peperoncino

Possiamo considerarlo un piatto unico o un primo piatto anche se in realtà è molto proteico e quindi si adatta bene anche al pasto della sera.

 

Ingredienti per 4 persone:

300gr di quinoa

1 cavolfiore piccolo

300gr di fagiolini o asparagi o spinaci

1 porro grande

2 carote

1 radice di zenzero

1 cucchiano di curcuma

1 peperoncino

2 cucchiai di olio

2 cucchiai di salsa di soia

Sale e pepe qb

 

Procedimento:

La cosa più importante da fare è lavare bene la quinoa.

Se non lo fate rimarrà piuttosto amara a causa del suo rivestimento.

Quindi mettetela su un colino a maglie fitte e lavatela bene sotto l’acqua fino a che non sarà limpida.

Preparate il doppio dell’acqua bollente in una pentola, salate leggermente e tuffateci la quinoa.

Cuoce in circa 15-20 minuti.

Deve essere morbida e quasi trasparente, se avete dosato bene l’acqua non va scolata, come tutti i cereali, toglietela dal fuoco e trasferitela su una ciotola.

Intanto lavate e mondate le verdure, tagliate a fette il cavolfiore e le carote.

Tagliate prima a metà e poi in diagonale il porro. Grattugiate la radice di zenzero e affettate il peperoncino.

In una wok o su una padella anti aderente capiente mettete l’olio, il porro, lo zenzero, laa curcuma e il peperoncino. Mettete sul fuoco e fate rosolare qualche minuto.

Aggiungete le altre verdure, saltate per bene e aggiungete un po’ di acqua, la preparazione dovrà essere sempre un po’ morbida.

Fate cuocere a fuoco basso per circa 20 minuti, le verdure devono essere morbide, i fagiolini un po’ croccanti. Se usate gli asparagi aggiugneteli dopo 10 minuti

Aggiungete la salsa di soia e mescolate per bene, se occorre aggiungete anche un po’ di sale.

Unite la quinoa e fate saltare per 5 minuti a fuoco vivace, in modo che i sapori si leghino tra loro. Terminate cin una grattugiata di pepe fresco.

Servite su delle ciotole o su una bella terrina da cui tutti possono servirsi.

È anche un’ottima idea per la vostra lunch box perché è molto nutriente e non appesantisce.

Se siete intrepidi potete aggiungere un po’ di arissa, la salsa al peperoncino tipica dei paesi del Mediterraneo, gli darà un gusto inconfindibile.

 

Risotto con curcuma, asparagi bianchi e fragole

Risotto con curcuma, asparagi bianchi e fragole

 

Gli asparagi, che deliziosi germogli. Presenti nella nostra spesa per poco più di un mese vanno sfruttati al massimo in ogni occasione.

Per questa ricetta utilizziamo i bianchi, delicati e dolci, si sposano benissimo con l’acidità della fragola.

Mantecheremo il tutto con lo strachicco, lo stracchino tutto vegetale per farne un piatto adatto ai nostri amici vegani e celiaci.

Siete un po’ incerti? Lasciatevi guidare, questo è un piatto per palati fini e curiosi, sono sicura che lo apprezzerete.

Faremo le porzioni abbondanti considerandolo un piatto unico.

 

Ingredienti per 4 persone:

400gr di riso tipo Vialone Nano

1 scalogno

1 peperoncino

1kg di asparagi bianchi

8 fragole

1,5 litri di acqua bollente o brodo vegetale

1 cucchiaio di curcuma

200gr di strachicco o stracchino vegetale

2 cucchiai di olio

Sale grosso qb

 

Procedimento:

Pulite gli asparagi: sciacquateli sotto l’acqua fresca ed eliminate la parte finale troppo legnosa. Tagliateli a rondelle lasciando intatte le punte.

Pulite e affettate finemente lo scalogno, affettate il peperoncino.

Tenete in caldo l’acqua o il brodo vegetale.

In un tegame capiente mettete l’olio, lo scalogno, la curcuma e il peperoncino. Fate rosolare a fuoco medio, salate e mettete gli asparagi escluse le punte. Fate cuocere circa 1 minuto e unite il riso, fatelo tostare bene, salate e aggiungete tanta acqua o brodo da coprire il tutto.

A questo punto fate una scelta: o non li girate mai o lo girate sempre.

In ogni caso state attenti che non si asciughi troppo, ogni 5 minuti circa aggiungete un po’ di liquido.

Passati 15 minuti aggiungete le punte di asparagi.

Dopo 5 minuti controllate la cottura, il riso deve essere morbido ma non scotto. Se vi pare pronto aggiungete le fragole tegliate a fette.

Spegnete il fuoco e mantecate il tutto con lo strachicco tagliato a fette.

Fate riposare qualche minuto, ha cotto tanto, sarà un po’ stanco.

Servite questo riso colore dei girasoli con qualche fetta di fragola e godetevi il calore che inizia a pervadervi il corpo, anche se la primavera si fa attendere

Carbonara finta ai carciofi

Carbonara finta ai carciofi

Tempo di preparazione:5 minuti, Tempo di cottura: 15 minuti

Per cucinare questo piatti di pasta ho deciso di utilizzare la pasta di mais.

Ogni tanto fa bene cambiare e uscire dagli schemi, useremo degli spaghetti che ci stanno benissimo e raccolgono bene tutta questa deliziosa salsa.

Negli ingredienti non ci sono le uova, quindi è un piatto che va bene anche per i nostri amici vegani e per i celiaci, già che ci siamo.

Il giallo viene dato dalla curcuma che è anche un ottimo aiuto nella stagione invernale.

Ma basta parlare, mettiamoci a cucinare

Ingredienti per 4 persone:

500 gr di spaghetti di mais

4 carciofi interi

1 cucchiaio di curcuma in polvere

2 spicchi di aglio

1 limone non trattato

½  peperoncino

2 cucchiai di olio

2 cucchiai di crema vegetale di riso

Sale e pepe qb

Procedimento:

Mondate i carciofi: tagliateli a metà ed eliminate la cima delle foglie e le foglie più esterne. Scavate bene all’interno per eliminare tutta la parte non edibile che sembra una peluria.

Metteteli a bagno in una ciotola colma di acqua con spremuto dentro il succo di limone, quella che in gergo si chiama acqua acidulata.

Mettete a bollire l’acqua per cuocere la pasta e salatela.

Intanto in una padella anti aderente mettete l’aglio schiacciato e privato della buccia, il peperoncino tagliato a fette, la curcuma e l’olio.

Prendete i carciofi e tagliateli a fette sottili.

Metteteli sulla padella e accendete il fornello a fiamma alta.

Buttate la pasta e cuocetela 10 minuti o quanto indicato. Continuate a fare cuocere la vostra salsina, aggiustate di sale e aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta in modo che non si asciughi troppo.

Appena la pasta è pronta scolatela ma non troppo, aggiungete al sugo la crema di riso, mescolate e buttate dentro la pasta.

Fate saltare a fuoco vivace e terminate con una bella macinata di pepe fresco.

Io la servirei direttamente sulla padella, magari con fette di pane di Altamura leggermente bruscate per fare la scarpetta….